Giovedi 18 10 2018 - Aggiornato alle 14:19

massimiliano_costanza_a_cheese_2013
Cheese 2013 Cannoli e arancine? Da Aragona ogni giorno freschissimi sulle tavole di Tokyo, Sidney e New York di Mariella Caruso - 30/09/2013

C’è chi dalla provincia di Agrigento, quella con il più alto numero di emigranti, sale sui pullman in partenza per la Germania. Ma c’è anche chi dalla provincia di Agrigento fa partire i propri prodotti alla conquista di altri continenti. Più precisamente alla conquista dei palati dei golosi di altri continenti. Senza, naturalmente, dimenticare il nostro Paese. Massimiliano Costanza ha 43 anni, e da Aragona spedisce dolci in tutto il mondo.

 

«Dolci che sono realizzati con materie prime d’eccellenza, senza conservanti, coloranti e senza l’aggiunta di grassi idrogenati», ha sottolineato Costanza che, da venerdì 20 a lunedì 23 settembre a Bra, nel Cuneese, ha partecipato con un suo stand a Cheese, la grande kermesse biennale organizzata da Slow Food dedicata a pastori, affinatori e formaggi.

 

Lì l’abbiamo incontrato, all’interno del padiglione del mercato italiano, a servire cannoli di ricotta, cassatine, rollò al pistacchio e arancini. «Arancine», ci ha corretto mettendo subito in chiaro qual è la linea di demarcazione che separa il genere di quella preparazione di riso che in tanti oltre i confini della Sicilia ci invidiano. «Abbiamo portato a Bra mille pezzi di alcuni dei nostri prodotti e siamo sicuri che non ne torneranno indietro», ha confessato sorridendo Costanza, un habitué delle manifestazioni di Slow Food. «Partecipiamo anche al Salone del Gusto – ha continuato -, non tanto per vendere i nostri prodotti, ma per farci conoscere dai visitatori che arrivano da lontano».

 

E lontano arrivano anche i cannoli, le cassate e tutto gli altri prodotti de Le Delizie Srl (nel claim si legge Sweet Ceations e Antica Pasticceria Siciliana, in doppia lingua per non far torto a nessuno), «azienda familiare fondata nel 2006 – ha raccontato Costanza –. Non lavoriamo al dettaglio, fatta eccezione per la presenza in manifestazioni come quelle di Slow Food, del quale condividiamo la filosofia del “buono, pulito e giusto”». Le specialità de Le Delizie, nel breve volgere di sette anni, hanno conquistato gli Stati Uniti («dove abbiamo un nostro deposito»), l’Australia e il Giappone («Spediamo ad alcuni clienti di Tokio»). Senza dimenticare il mercato domestico per il quale l’azienda realizza linee di prodotti in esclusiva per alcune catene della grande distribuzione e fornisce una rete di clienti del centro-nord Italia, «in particolare da Roma in giù».

 

La produzione tutta meccanizzata avviene in uno stabilimento di 2000 mq e tutti i prodotti, come spiega Costanza «una volta surgelati a una temperatura di - 18°C vengono confezionati, per poter mantenere le caratteristiche di freschezza». Freschezza che, come aveva pronosticato Costanza durante il primo giorno di manifestazione a Bra, sono andate a ruba “deliziando” i palati dei visitatori di Cheese

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

ARTICOLI CORRELATI

Biodiversità
Come si salvò il carciofo spinoso di Menfi

di MARIELLA CARUSO - Tutto cominciò con una folgorazione. Quando un dottore in Agraria di Menfi sentì parlare Carlin Petrini...

scrivi alla redazione